“Al mondo c’è un’ambizione più elevata dello stare in piedi. È quella di chinarsi e sollevare il genere umano un po’ più in alto.”
– H.Dyke –

La scelta di prendere parte al servizio civile, nasce dalla mia carriera internazionale.
Il mio percorso di studi è stato quello in cooperazione internazionale, portando come tesi di laurea “Giustizia Globale e Diritto dei Popoli in J.Rawls “; nella quale mi sono soffermata sul concetto di sviluppo, “il beneficio di molti deve essere correlato all’aumento di beneficio per pochi”.

Solamente quando si avrà un equilibro e un vantaggio per tutti si potrà raggiungere un’economia mondiale sostenibile.

Perciò partendo dalla mia tesi ho cercato ONG relative un po’ al mio modo di vedere il mondo, ed ecco qua che ho trovato AVAZ ed ho deciso di fare questo percorso con loro. Nonostante sia una piccola realtà c’è molto da fare!
Stiamo concludendo il primo mese con la formazione specifica e nonostante il distanziamento sociale dovuto dalla formazione in remoto, sono riuscita a stringere contatti con gli altri civilisti ed è interessante conoscere e capire come vedono loro il servizio civile.

Nel frattempo abbiamo iniziato a conoscere i progetti di AVAZ, momentaneamente in stallo causa covid-19, relativi ai progetti EAS. Progetti nei quali ho trovato molto interesse, credo sia essenziale un’educazione allo sviluppo nelle nuove generazioni in modo tale da poter sensibilizzarli sul presente e sul futuro, incoraggiandoli a soddisfare le proprie necessità senza compromettere le capacità delle future generazioni”.

Inizieremo tra pochissimo a conoscere la realtà della Bottega, altro progetto molto importante in AVAZ, sempre di mio interesse, in quanto collegato al concetto di economia sostenibile.
Quindi con l’attesa che passi l’estate e arrivi settembre ci prepariamo per l’inizio delle scuole e spero di poter portare un contribuito a questa piccola realtà ma fatta da grandi donne!


P.S.
Ho scritto al plurale, lo so, ma il mio motto è “UBUNTU” io sono perché noi siamo;

Credo che per portare un vero valore aggiunto ci si debba sentire parte stessa con qualsiasi cosa si faccia.

Alessandra Cau