15/10/2018 - Il progetto "Eau Pure à Sangmelima" prende forma ed entra nella seconda fase

Il progetto Eau Pure à Sangmélima, Cofinanziato dalla Conferenza Episcopale Italiana (CEI) con il contributo dell'8permille alla Chiesa Cattolica è entrato in una seconda fase di sviluppo. Dopo aver costruito, nei primi mesi del 2018, i 4 alloggi per i macchinari Pura e i serbatoi idrici, a Settembre è arrivato il container mandato da Avaz contenente i vari componenti tecnici dei macchinari Pura, che andranno assemblati.
Contestualmente andrà avviata una grande attività di sensibilizzazione in vista dell'inaugurazione ufficiale prevista per Dicembre.

Il progetto "Eau Pure à Sangmélima" porterà miglioramenti concreti nelle condizioni igienico-sanitarie della popolazione locale potabilizzando, tramite una tecnologia innovativa, oltre 10.000 litri di acqua al giorno.
Il miglioramento della qualità della vita sarà sensibile non solo per i bambini ospitati a Villaggio Fraternitè, ma anche per i pazienti dell'ospedale cattolico di Monavebe, per gli alunni e i docenti del Collegio Notre Dame, per i piccoli allievi della scuola materna e primaria di Saint Joseph e infine per tutta la popolazione che finalmente avrà accesso all'acqua potabile al Vescovado, Monavebe e Lobo-si. Il 2019 vedrà implementarsi una serie di iniziative volte a sensibilizzare la popolazione locale sull'importanza dell'uso dell'acqua potabile pura e sulle norme igienico-sanitarie che l'accompagnano.

102
101 103
104 105
106 107
108 109
110 111
112 113
114 115

 

 

© 2012 AVAZ - Associazione volontari per lo sviluppo dei popoli - Piazza Sempione 19b, 00141 Roma - telefax 06 82059264 - C.F. 97049320589
Pwd by Coupons for Hostgator